Secondo il "Rapporto annuale 2014" redatto dal Centro di Coordinamento RAEE, nello stesso anno sono state prodotte, solo in Italia, circa 757.000 tonnellate di rifiuti da elettrodomestici, di cui solo una parte – pari a circa 162.000 tonnellate – è stata smaltita correttamente. Questi numeri non possono lasciare tranquilli, soprattutto se si prendono in considerazione le parole di Bernardino Albertazzi, giurista ambientale, e di Paolo Paoli che in "Guida alla gestione dei Raee, delle pile e dei centri di raccolta" (edita da Ipsoa Indicitalia nel 2011) dichiarano che <<i Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), come riportato da autorevoli studi e report realizzati a livello europeo, crescono ogni anno ad un tasso tre volte superiore rispetto a quello dei normali rifiuti solidi urbani>>.


Perché riparare, dunque?


1) Perché è una scelta sostenibile

Riparare è sinonimo di proteggere e di provvedere; è prendersi cura di qualcosa, restituire agli oggetti il loro antico splendore, permettere loro di durare più a lungo, rendendo meglio.

Recuperare un elettrodomestico significa contribuire a ridurre i rifiuti: ferro, alluminio, oro, vetro, plastica, argento e rame potrebbero essere riciclati, ma cloro, fluoro, carburi e mercurio (giusto per fare degli esempi), nocivi, rimarrebbero di difficile gestione.


                                          Elettrodomestici ecosostenibili


2) Per risparmiare. Tempo e denaro

Riparare significa risparmiare tempo e denaro. Comprando online, potete individuare il pezzo giusto e farvelo consegnare comodamente a casa o in qualunque altro luogo desideriate. La maggior parte dei ricambi e degli accessori è di facile sostituzione e non richiede interventi particolarmente complessi.


                                      Riparare per risparmiare


3) Perché è l'espressione di uno stile di vita 

Riparare è l'espressione di uno stile di vita. Quello di chi crede nei valori del riciclo e della sostenibilità, del riuso e del recupero, del prendersi cura e del non arrendersi.

Se abbiamo lanciato SpareParty è perché crediamo nella Green Economy, il modello di sviluppo economico che tiene conto dell'impatto ambientale. Secondo uno studio di Symbola Unioncamere (www.symbola.net), il <<74% dell'opinione pubblica considera la Green Economy un reale nuovo modo di fare impresa, economia e società>>. Noi ci sentiamo parte di quel 74%.

Riparare è rinnovare. Ma è anche, e soprattutto, innovare.


                                              Green Economy